Archivio per Cultura

Pier Paolo

Posted in Cultura with tags , , , on luglio 13, 2008 by babylonsystem

Parole sante! Detto 34 anni fa credo abbia fatto più impressione che dirlo al giorno d’oggi. Ma, appunto, sono passati 34 anni e non credo che la situazione sia rimasta ferma o addirittura migliorata. Sappiamo per certo che ora la cultura è sempre più globalizzata e tutto viene gestito in modo tale che funzioni l’omologazione. L’omologazione ad un pensiero che ha perduto la propria coscienza critica.

Non abbiamo bisogno di ingegnarci tanto per portare avanti un pensiero critico, basta “essere vigili”, siatelo!

Annunci

Cosa salvare…

Posted in Filocazzeggiando with tags , on luglio 11, 2008 by babylonsystem

Da sempre l’uomo ha cercato di migliorare se stesso, alcune volte seguendo princìpi degni di un essere complesso come l’essere umano, molte volte abbandonandosi ai più primordiali, distruttivi e corrotti istinti.

Le epoce passano e aumentano le conoscenze, l’evoluzione ci ha portato a dominare su questo pianeta ma continuiamo a cadere negli stessi errori, ma dato che ora abbiamo la possibilità di cambiare molto con uno sforzo inferiore, adesso è anche molto più facile distruggere ciò che è stato prodotto di buono dalla società e dai singoli individui.

Babylon system è questo, nella Bibbia è la città corrotta per antonomasia, quella istituzione umana dove prolifera la corruzione, l’invidia e l’istinto di prevalicare tutti e tutto per raggiungere il proprio scopo, spesso deviato da falsi desideri.

Questo modo di pensare ormai è diventato il modello a cui ispirarsi nella nostra società, non si pensa che il prossimo passo dell’evoluzione non può più essere la selezione naturale, che ormai non ha più niente di naturale, almeno per quella che avviene oggi. Oggi dove il più debole non lo è per natura, ma per condizioni che non può combattere e che le leve che dovrebbe manovrare per poter cambiarle non sono alla sua portata, ma sono custodite in una sala di comando presidiata dal mostro del profitto a tutti i costi.

Detto questo, qualcosa di buono è stato fatto nel corso della civiltà umana, da singoli personaggi e da masse di persone che sappiamo non aver cambiato le sorti del mondo ma che hanno seminato e prima o poi verrà la stagione del raccolto. Oggi possiamo rivolgere lo sguardo a questi esemepi e carpirne il significato più intrinseco e farlo nostro, mettendo in pratica giorno per giorno e diffondendo ciò che è giusto.

Bisogna creare una nuova cultura, che sia l’insieme di tutti quegli insegnamenti che apprendiamo dalla storia e dalle varie culture: l’umanismo di Voltaire (“Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle.”), i princìpi cristiani (“Non fare agli altri ciò che non vuoi che sia fatto a te”, senza cadere nel bigottismo), la curiosità di Galileo e poi tutte quelle persone che con le loro parole e i loro gesti hanno commosso il nostro animo poiché, nonostante tutto, il bene e il male hanno intersezione vuota!